#SEVALGO1EURO… FAI SENTIRE LA TUA VOCE

Con la campagna #SEVALGO1EURO, Inarcassa e la sua Fondazione hanno lanciato un appello a governo, parlamento e istituzioni affinché venga sanata la sentenza del Consiglio di Stato che ritiene ammissibile il compenso di 1 euro per i liberi professionisti che scelgono di lavorare per la Pubblica Amministrazione. All’iniziativa ha aderito anche la Rete delle Professioni Tecniche costituita da vari Consigli e i Collegi nazionali tra cui architetti pianificatori paesaggisti e conservatori e ingegneri.

Gli architetti e gli ingegneri vengono così invitati a perorare, nei modi e nelle sedi opportune, il rispetto da parte delle istituzioni dei principi sanciti dall’art. 36 della Costituzione: il diritto – negato dalla sentenza – ad una retribuzione proporzionata alla qualità e alla quantità del lavoro prestato.

“E’ una campagna a salvaguardia della dignità professionale. – dichiara il Presidente Santoro – Se si consente alle pubbliche amministrazioni di bandire gare con compensi pari a un euro, i liberi professionisti come potranno versare i contributi previdenziali o investire parte del proprio fatturato in aggiornamento e formazione? Non solo – prosegue Santoro – questa sentenza avvia nuove forme di corruttela, contro cui l’ANAC è impegnata da tempo”.

L’adesione all’iniziativa è per tutti coloro che si sentono feriti, offesi e derubati di una dignità umana e professionale, dignità che certamente andrebbe tutelata. Un invito, quindi, al Governo e al Parlamento affinché stabiliscano con urgenza un percorso legislativo che individui soluzioni ed inquadri il tema della giusta retribuzione all’interno di una certezza normativa.

A cura della Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *